Sì viaggiare!

pubblicato in: APPUNTI | 0

L’estate è il periodo dedicato ai viaggi e alle vacanze. Quando la meta sono i paesi caldi a clima tropicale o comunque dalle condizioni igienico-sanitarie precarie, onde non incappare in spiacevoli inconvenienti che potrebbero pregiudicare la vacanza, è bene informarsi per tempo, conoscere la realtà del paese che si andrà a visitare e adottare tutte quelle precauzioni che permetteranno poi di godere appieno della piacevolezza del viaggio.

  • Qualche tempo prima della partenza è opportuno rivolgersi all’ufficio prevenzione malattie del viaggiatore della propria ULS per ricevere informazioni per esempio su eventuali vaccinazioni necessarie o raccomandate o semplicemente sulle regole di prevenzione da attuare.
  • Se ci si muove in paesi dalle scarse condizioni igieniche, onde evitare infezioni trasmesse da acqua e alimenti infetti, è consigliabile portare con sé gli appositi gel disinfettanti e, se possibile, lavare spesso le mani; bere solamente acqua da bottiglie sigillate e non aggiungere mai ghiaccio; consumare solamente cibi cotti e frutta e verdura cruda solo se sbucciata personalmente; evitare gelati, creme, salse, budini…
  • È buona norma, in zone tropicali, onde evitare possibili rischi di malattie infettive, non bagnarsi in laghi, fiumi, stagni e non camminare mai a piedi scalzi. È possibile infatti che questi luoghi siano infestati da parassiti che, penetrati nell’organismo anche per semplice contatto, possono procurare diverse malattie.
  • Onde evitare di contrarre malattie di cui sono i vettori, diviene indispensabile proteggersi dalle punture di zanzara ed altri insetti; quindi occorre portare con sé ed applicare con regolarità anche ogni 4/6 ore degli insetto-repellenti; per quanto possibile indossare indumenti chiari che coprano il più possibile ed evitare profumi e colonie perché attraggono le zanzare; di notte far uso di zanzariere o diffusori elettrici.
  • Per quanto riguarda l’esposizione al sole valgono le regole di sempre con qualche accortezza in più, considerato che il sole può essere, a determinate latitudini, molto più intenso per effetto della minore azione filtrante dell’atmosfera e dello strato di ozono più sottile. Ne consegue che bisogna esporsi molto gradualmente, evitando le ore centrali della giornata, proteggendosi con creme a filtri molto alti e con cappelli e occhiali da sole.
  • Altra particolare attenzione si deve prestare a quegli animali che possono trasmettere malattie importanti, prima fra tutte la rabbia: cani, gatti, scimmie, pipistrelli, volpi… Se il rischio nel Paese che si visita è rilevante (Africa, Indonesia, Thailandia, Cina, India, Nepal…) è consigliabile evitare qualunque tipo di contatto con animali sia liberi che in cattività ed evitare di spaventarli o minacciarli.

Non scordare di portare con te i farmaci che si assumono abitualmente e un kit di pronto soccorso comprendente fra gli altri: disinfettante, antibiotico generale, antidolorifico, antipiretico, garze e cerotti… e buon viaggio!