E detersione sia!

pubblicato in: APPUNTI | 0

Pulire la pelle in modo corretto rappresenta un’azione quotidiana fondamentale: la cattiva igiene, infatti, da un lato favorisce l’invecchiamento cutaneo perché le cellule dell’epidermide si aggregano con lo sporco e il sebo interferendo sull’equilibrio cutaneo e sugli scambi con gli strati sottostanti, dall’altro rende i trattamenti successivi meno efficaci.

Gli errori da evitare

Ma vediamo quali sono gli errori più comuni in cui si incorre. Innanzitutto pulire il viso solo con acqua, non è assolutamente sufficiente. Utilizzare il latte detergente senza il tonico comporta il rischio che rimangano sul viso sostanze che ostruiscono i pori e alterano la comunicazione con gli strati sottostanti. Anche l’utilizzo delle comuni saponette alcaline non è idoneo: queste alterano il pH dell’epidermide portando a fenomeni irritativi e desquamativi.

La detersione ideale

La detersione ideale dovrebbe essere efficace senza essere aggressiva o drastica. Dovrebbe cioè asportare lo sporco e le impurità mantenendo intatto il film idrolipidico naturale presente sulla nostra cute. Ecco allora che trovano la loro utilità: i latti detergenti; i latti “2 in 1”; le soluzioni micellari; i tonici.

Nello specifico…

· I latti detergenti si distinguono in quelli a risciacquo che prevedono il successivo contatto con l’acqua e quelli non a risciacquo che necessitano del tonico per la loro asportazione. Entrambi emulsionano bene tutti i prodotti del trucco e le impurità presenti sulla pelle. Devono essere rimossi accuratamente dal viso perché l’alta concentrazione di tensioattivi in essi contenuti (che poi sono le molecole in grado di inglobare lo sporco) potrebbe dare problemi all’epidermide.

· I latti “2 in 1” non sono, come erroneamente si crede, una miscela di latte e tonico, ma si basano sulla tecnica dei tensioattivi polimerici, ne contengono in basse concentrazioni, in genere dallo 0,5 all’1% a differenza dei prodotti struccanti classici che ne contengono circa il 5%. Essi trascinano con sé residui di trucco e impurità grazie alla loro grande affinità col cotone passato sulla cute. Nel contempo vengono rilasciate sostanze idratanti e umettanti che completano l’opera di detersione. Con questi prodotti, quindi, non occorre né sciacquare né passare col tonico.

· Le micelle sono degli agglomerati di tensioattivi che incorporano al loro interno lo sporco promuovendone la sua eliminazione. Di più recente introduzione, le soluzioni micellari sono pratiche da usare e rappresentano un’innovazione in campo cosmetico.
Anche loro hanno un’azione struccante in quanto i tensioattivi al loro interno asportano i residui del trucco e altre impurità con delicatezza, senza strofinare e senza risciacquare e quel che più conta lasciano intatto il film idro-lipidico dell’epidermide. Inoltre contengono sostanze idratanti e lenitive, tanto da essere consigliate nel casi di pelli sensibili e intolleranti.

· I tonici vengono distinti in alcolici e non alcolici dalla presenza o meno di alcool nella formulazione. I primi vengono preferiti quando la detersione è fatta con latti molto ricchi in sostanze lipofile che né acqua né il solo cotone sono in grado di asportare completamente oppure su pelli grasse e/o a tendenza acneica. I tonici senz’alcool sono viceversa utilizzati su pelli delicate e facilmente irritabili o su tutti i tipi di pelle quando la detersione è fatta con latti meno lipofili.

Ricordiamo che su tutti i prodotti per la detersione proseguono gli sconti… passa alla Farmacia Emanuela Lago!