Che dolori!

pubblicato in: APPUNTI | 0

L’artrosi è una manifestazione cronico-degenerativa che interessa le articolazioni e che sembra prediligere il genere femminile soprattutto sopra i 40 anni di età.
Un’articolazione è sommariamente costituita dai due capi ossei rivestiti da una cartilagine e separati fra loro da una membrana contenente un liquido che ha la funzione di lubrificare e di nutrire le componenti articolari.
Proprio in virtù della sua funzione, l’articolazione è sottoposta ad una notevole usura, per cui risulta di fondamentale importanza l’integrità dei cuscinetti cartilaginei e della membrana.
La cartilagine è un materiale costantemente demolito e sostituito, secondo un equilibrio dinamico fra distruzione di tessuto “vecchio” e sintesi di tessuto “nuovo”.
L’artrosi può essere considerata un’alterazione di questo equilibrio e più precisamente fra l’usura cui è sottoposta la cartilagine e la capacità della cartilagine stessa di far fronte a questo stress meccanico, rinnovandosi. Ad aggravare ulteriormente il quadro intervengono fattori come l’invecchiamento o cause ormonali che bloccano il tour-over rendendo impossibile alla cartilagine di rigenerarsi.
Come conseguenza di ciò si ha una perdita di solidità della cartilagine stessa, si creano in essa delle fessurazioni che lasciano alla fine scoperto il capo osseo mentre nelle zone vicine, non interessate alla distruzione, si osserva una iperproliferazione di tessuto osseo e formazioni di osteofiti responsabili delle deformazioni e della perdita della funzionalità articolare caratteristiche dell’artrosi.

Dunque che fare?
In questi ultimi anni si è consolidata la convinzione di come l’integrazione con glucosamina, condroitina e acido ialuronico rivesta un’importanza fondamentale nel contrastare il danno al tessuto cartilagineo.
La glucosamina è una molecola che stimola la produzione dei componenti cartilaginei e contrasta i processi infiammatori che sono alla base del dolore articolare.
La condroitina da parte sua, inibisce gli enzimi che degradano la cartilagine e ne migliora l’apporto nutrizionale.
L’acido ialuronico, infine, ha la proprietà di raggiungere un elevato grado di idratazione assumendo moltissime molecole d’acqua agendo così da sostanza cementante, anti-urto e come efficiente lubrificante prevenendo e rallentando il danno da stress fisici dei tessuti ed in particolare delle articolazioni.
Quando l’articolazione scricchiola, prima di ricorrere ad antinfiammatori e antidolorifici, fatti consigliare dal tuo farmacista!